Borse europee: Chiusura in rosso, Londra e Milano le peggiori

Un laptop mostra un grafico

Tutti i principali indici azionari europei hanno chiuso oggi in ribasso. Il FTSE 100 a Londra ha perso l’1,6%, il DAX a Francoforte l’1%, il CAC40 a Parigi lo 0,8%, lo SMI a Zurigo lo 0,7%, l’IBEX 35 a Madrid l’1,2% e il FTSE MIB a Milano l’1,6%. Ai timori legati alla situazione in Libia si sono aggiunti quelli relativi alla crisi del debito sovrano. Moody’s ha tagliato oggi il rating della Spagna da “Aa1″ a Aa2”. Dal fronte macroeconomico è arrivata inoltre una lunga serie di notizie negative. La bilancia commerciale cinese ha registrato a sorpresa a febbraio un saldo negativo, le esportazioni della Germania sono calate a gennaio e le nuove richieste di sussisi alla disoccupazione sono aumentate la scorsa settimana negli USA più di quanto atteso dagli analisti.
Nel settore bancario Royal Bank of Scotland (GB0006764012) ha perso il 2,2%, Commerzbank (DE0008032004) il 2,6%, Société Générale (FR0000130809) lo 0,9%, UniCredit (IT0000064854) l’1,7%, Banco Santander (ES0113900J37) l’1,4% e UBS (CH0024899483) il 2%.
Nel settore minerario Anglo American (GB00B1XZS820) ha perso il 3,2%, BHP Billiton (GB0000566504) il 3,5%, Rio Tinto (GB0007188757) il 3,8% e Xstrata (GB0031411001) il 2,1%. Il prezzo del rame è sceso oggi a Londra ai minimi da quasi tre mesi. Nel settore petrolifero BP (GB0007980591) ha chiuso in ribasso dell’1,7%, Eni (IT0003132476) l’1%, Royal Dutch Shell (GB00B03MLX29) dell’1,5% e Total (FR0000120271) dell’1,2%. Il prezzo del petrolio è caduto oggi a New York al di sotto di $101 al barile.
Deutsche Post (DE0005552004) ha chiuso in rialzo dello 0,3%. Il gigante della logistica ha moltiplicato nel 2010 l’utile ed annunciato un aumento del suo dividendo.
Delhaize (BE0003562700) ha guadagnato il 4,1%. Il gruppo belga ha aumentato nel quarto trimestre il suo utile operativo più di quanto atteso dagli analisti.
Lafarge (FR0000120537) ha guadagnato lo 0,4%. ING ha alzato il suo rating sul titolo del primo produttore al mondo di cemento da “Sell” a “Neutral”.
GlaxoSmithKline (GB0009252882) ha guadagnato lo 0,3%. La FDA (Food and Drug Administration) ha approvato il Benlysta, il farmaco sviluppato da GlaxoSmithKline e Human Genome Sciences (US4449031081) per il trattamento del lupus eritematoso.
Standard Life (GB00B16KPT44) ha perso il 7,2%. La generazione di cassa del gruppo assicurativo britannico nel 2010 ha deluso le attese degli investitori.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Borse Europee

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.