Borse europee deboli, solo Zurigo resiste alle vendite

Londra ha perso l'1,2%, Francoforte l'1,7%, Parigi lo 0,9%, Milano lo 0,3% e Madrid lo 0,6%.

CONDIVIDI
Quasi tutti i principali indici azionari europei hanno chiuso oggi in ribasso. Il FTSE 100 a Londra ha perso l'1,2%, il DAX a Francoforte l'1,7%, il CAC40 a Parigi lo 0,9%, il FTSE MIB a Milano lo 0,3% e l'IBEX 35 a Madrid lo 0,6%. Lo SMI a Zurigo ha chiuso invariato. Sulle borse del Vecchio Continente ha pesato anche oggi la violenza in Libia. Verso la fine delle contrattazioni la pressione ribassista è aumentata dopo che il prezzo del petrolio si è avvicinato ulteriormente a quota $100 al barile.
I titoli del settore dell'auto hanno sofferto in particolar modo. BMW (DE0005190003) ha perso il 3,5%, Daimler (DE0007100000) il 3,3%, Fiat (IT0001976403) l'1,6%, Peugeot (FR0000121501) il 2,6%, Renault (FR0000131906) il 3,6% e Volkswagen (DE0007664005) il 4%. Forti vendite anche sui minerari. Anglo American (GB00B1XZS820) ha perso il 2,9%, BHP Billiton (GB0000566504) il 3,1%, Rio Tinto (GB0007188757) il 3,1% e Xstrata (GB0031411001) il 4,4%.
Natixis (FR0000120685) ha guadagnato il 4,3%. La banca d'investimento ha pubblicato una trimestrale migliore delle attese degli analisti ed annunciato che riprenderà a pagare un dividendo.
I farmaceutici hanno beneficiato del loro carattere difensivo. GlaxoSmithKline (GB0009252882) ha guadagnato lo 0,3%, Merck KGaA (DE0006599905) lo 0,4%, Novartis (CH0012005267) lo 0,8% e Roche (CH0012032048) lo 0,4%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption