Borse europee: Profondo rosso

I bancari, i minerari, i petroliferi ed i titoli high-tech sono i più colpiti dalle vendite.

CONDIVIDI
I principali listini azionari europei registrano a metà seduta delle notevoli perdite. Il FTSE 100 perde al momento il 3,1%, il DAX a Francoforte il 3,2%, il CAC40 a Parigi il 3,9%, il FTSE MIB a Milano il 4,8% e lo SMI a Zurigo il 2,6%. Ai timori legati alla crisi del debito sovrano si sono aggiunti oggi quelli relativi all'aumento della tensione tra le due Coree. Secondo l'agenzia stampa Yonhap il leader nordcoreano Kim Jong-Il avrebbe messo l'esercito in stato di allerta. Gli investitori stanno di conseguenza riducendo massivamente la loro esposizione al rischio. L'euro è sceso temporaneamente al sotto di 1,22 dollari. Il prezzo del petrolio è caduto nelle contrattazioni elettroniche al Globex al di sotto di $68.
I bancari, i minerari, i petroliferi ed i titoli high-tech sono i più colpiti dalle vendite. Infineon (DE0006231004) perde a Francoforte più del 10%. J.P. Morgan ha declassato il titolo del secondo produttore europeo di semiconduttori da "Overweight" a "Neutral". Per quanto riguarda i cinque principali indici europei solo due tiotli resistono al momento all'orso: Fresenius Medical Care (DE0005785802) a Francoforte e Severn Trent (GB0000546324) a Londra.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption