Borse europee: Profondo rosso prima del vertice UE

Tensione alle stelle. A picco i bancari ed i minerari. Resiste Carrefour.

CONDIVIDI
Le borse europee hanno incrementato le loro perdite. La tensione è alle stelle prima del vertice straodinario dei leader dell'UE a Bruxelles. Lucas Papademos, l'ex-Premier greco, ha dichiarato che il rischio che Atene esca dall'euro è "reale". Secondo quanto riporta inoltre il settimanale tedesco "Die Zeit" la BCE avrebbe creato un'unità di crisi in vista di una possibile escalation in Grecia. Preoccupa anche la situazione della Spagna. "El Mundo" scrive che il Premier spagnolo Mariano Rajoy chiederà oggi all'Eurotower di acquistare titoli di debito spagnoli. Tra i bancari Deutsche Bank (DE0005140008) perde il 2%, Crédit Agricole (FR0000045072) il 4,9% e Banco Santander (ES0113900J37) l'1,8%.
I minerari vanno a picco sulla scia dei prezzi dei metalli. Xstrata (GB0031411001) perde il 4,9%, Kazakhmys (GB00B0HZPV38) il 5% e Vedanta (GB0033277061) il 5,7%.
Il titolo del LSE (GB0009529859) perde il 6,7%. Intesa Sanpaolo (IT0000072618) e UniCredit (IT0000064854) sono uscite dal capitale della società che gestisce le borse di Londra e Milano.
Burberry
(GB0031743007) perde il 2,5%. La casa di moda di lusso ha annunciato dei dati di bilancio che non hanno potuto soddisfare le attese degli investitori.
Carrefour
(FR0000120172) sale del 2,8%. Credit Suisse ha alzato il suo rating sul titolo del gruppo francese ad "Outperform".

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption