Borse europee: Sale solo Londra

Il FTSE 100 ha beneficiato dei rialzi dei minerari e dei petroliferi. Francoforte ha perso lo 0,3%, Parigi lo 0,6%, Zurigo lo 0,2% e Milano lo 0,6%.

CONDIVIDI
Quasi tutti i principali listini azionari europei hanno chiuso oggi in ribasso. Il FTSE 100 a Londra ha guadagnato lo 0,8%, il DAX a Francoforte ha perso lo 0,3%, il CAC40 a Parigi lo 0,6%, lo SMI a Zurigo lo 0,2% e il FTSE MIB a Milano lo 0,6%. L'indice ISM manifatturiero è calato lo scorso mese negli USA più di quanto atteso dagli economisti. La notizia ha messo in ombra gli altri dati macroeconomici arrivati d'oltreoceano e pesato sulle borse europee nell'ultima ora di contrattazione.
Tra i bancari Lloyds Banking Group (GB0008706128) ha chiuso in ribasso dello 0,8%, Commerzbank (DE0008032004) dell'1%, BNP Paribas (FR0000131104) dell'1,2%, UniCredit (IT0000064854) del 2,1%, Banco Santander (ES0113900J37) del 2,3% e Credit Suisse (CH0012138530) dello 0,5%. Gli investitori continuano ad essere preoccupati a causa dei problemi delle banche irlandesi.
HSBC (GB0005405286) ha guadagnato l'1,3%. Goldman Sachs ha introdotto il titolo della prima banca europea per capitalizzazione di borsa nella sua "Conviction Buy List".
Repsol
(ES0173516115) ha chiuso in rialzo del 5%. L'impresa spagnola ha annunciato oggi di aver raggiunto un accordo per creare con Sinopec (CN0005789556) una joint venture in Brasile. Tra gli altri titoli petroliferi BP (GB0007980591) ha guadagnato il 3%, Eni (IT0003132476) lo 0,9%, Royal Dutch Shell (GB00B03MLX29) l'1,7% e Total (FR0000120271) lo 0,7%. Il prezzo del petrolio ha superato nel pomeriggio a New York quota $81.
Nel settore minerario Anglo American (GB00B1XZS820) ha guadagnato l'1,8%, BHP Billiton (GB0000566504) l'1,6%, Rio Tinto (GB0007188757) lo 0,9% e Xstrata (GB0031411001) l'1,9%. Il prezzo dell'oro ha raggiunto oggi un ennesimo record storico, il rame si è apprezzato inoltre a Londra.
Cap Gemini (FR0000125338) ha beneficiato della solida trimestrale pubblicata dalla rivale statunitense Accenture (BMG1150G1116) ed ha guadagnato il 4,1%.
Renault (FR0000131906) ha perso il 2,4%. Le immatricolazioni dell'impresa francese sono calate lo scorso mese del 16%.
BMW (DE0005190003) ha chiuso in ribasso del 4,2%. Il gruppo tedesco ha annunciato che richiamerà circa 350.000 vetture per dei problemi al servofreno.
STMicroelectronics (NL0000226223) ha perso l'1,9%. Exane BNP Paribas ha tagliato oggi il suo rating sul titolo del primo produttore europeo di semiconduttori da "Outperform" a "Neutral".
Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro