Borse europee sulla parità a metà seduta

Gli acquisti riguardano soprattutto i settori a carattere difensivo. Vendite sui bancari e sui titoli dei produttori di materie prime.

CONDIVIDI
I principali indici azionari europei hanno recuperato terreno e sono a metà seduta poco mossi. Il mercato scommette che all'Ecofin di Copenhagen verrà raggiunto un accordo sul rafforzamento del fondo salva-stati. Il Premier italiano Mario Monti ha inoltre affermato che la crisi si sta avviando alla fine. Gli acquisti riguardano soprattutto i settori a carattere difensivo, come quello dell'industria farmaceutica, delle telecomunicazioni e dei beni di consumo. I bancari sono per lo più deboli, così come i titoli dei produttori di materie prime. Dopo il crollo di ieri Total (FR0000120271) perde un ulteriore 1,2%. Il gruppo francese ha dovuto evacuare il personale di una sua piattaforma nel Mare del Nord al largo delle coste scozzesi in seguito ad una perdita di gas. Nestlé (CH0012056047) perde lo 0,6%. UBS ha tagliato il suo rating sul titolo del leader dell'industria alimentare da "Buy" a "Neutral". Finmeccanica (IT0001407847) guadagna il 6,6%. Il gruppo industriale ha fornito un outlook sul 2012 migliore delle attese del mercato. Infineon (DE0006231004) sale del 2,3%. Exane BNP Paribas ha alzato il suo target price per il titolo del produttore di chip a €9,50.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro