Citigroup prudente sul settore bancario italiano

Secondo Citigroup il problema principale delle banche italiane sarebbe la bassa redditività del capitale proprio.

CONDIVIDI
Citigroup è prudente sulle prospettive del settore bancario italiano nel breve termine. Secondo Citigroup il problema principale delle banche italiane sarebbe la bassa redditività del capitale proprio (ROE, Return On Equity). A causa del calo della qualità degli assets e della stagnazione dell'Euribor Citigroup prevede per quest'anno un ROE di circa il 6%. Citigroup crede che l'inversione del trend dei costi del credito e dell'Euribor condurranno il prossimo anno ad un miglioramento della profittabilità, il ROE resterà però probabilmente al di sotto dei livelli del ciclo precedente anche a causa delle più restrittive regole sui coefficienti patrimoniali. Citigroup ha tagliato per questi motivi il suo target sul prezzo per Intesa Sanpaolo (IT0000072618) da €3,60 a €2,90, per UniCredit (IT0000064854) da €2,30 a €2,20, per UBI Banca (IT0003487029) da €10 a €8, per Banco Popolare (IT0004231566) da €5,60 a €5, per Banca MPS (IT0001334587) da €1,05 a €0,90 e per Banca Popolare di Milano (IT0000064482) da €4,50 a €3,70. Citigroup continua a giudicare Intesa Sanpaolo "Buy", UniCredit, UBI Banca e Banco Popolare "Hold" e Banca MPS e Banca Popolare di Milano "Sell".
Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro