Crisi: Juncker non esclude più una bancarotta della Grecia

La pazienza di Bruxelles nei confronti di Atene è ormai agli sgoccioli.

CONDIVIDI
La pazienza di Bruxelles nei confronti della Grecia è ormai agli sgoccioli. Jean-Claude Juncker, il Presidente dell'Eurogruppo, ha minacciato Atene di mettere fine agli aiuti dell'UE. In un'intervista concessa al settimanale tedesco "Der Spiegel" Juncker ha avvertito che se la Grecia non realizza le riforme necessarie, non può aspettarsi la solidarietà degli altri Paesi. Secondo Juncker se Bruxelles dovesse arrivare alla conclusione che in Grecia va tutto storto, allora non ci sarà un nuovo programma di aiuti. E la conseguenza sarebbe la dichiarazione di bancarotta a marzo. Juncker ha osservato che la sola prospettiva che ciò possa verificarsi dovrebbe fornire ai greci i muscoli laddove hanno al momento ancora dei segni di paralisi. Soprattutto le privatizzazioni delle aziende statali non sarebbero state portate avanti come previsto dagli accordi. Juncker ha indicato a proposito: "La Grecia deve sapere che sul tema delle privatizzazioni non molleremo". Juncker ha aggiunto che per l'immagine del Paese è dannoso inoltre il fatto che ci siano elementi di corruzione su tutti i livelli dell'amministrazione. Juncker ha infine fatto notare che prima che si possa decidere su un nuovo programma di aiuti i creditori privati dovranno dare il loro contributo e bisognerà parlare con il Governo greco su delle misure addizionali.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption