eToro

Dexia, via libera a nuovo piano di salvataggio

La banca franco-belga verrà smantellata. Belgio, Francia, Lussemburgo apporteranno garanzie pubbliche per €90 miliardi.

Il Belgio, la Francia ed il Lussemburgo hanno dato il via libera al piano di smantellamento di Dexia (BE0003796134), la prima grande banca vittima della crisi del debito. Alla fine di una riunione maratona di circa 12 ore il consiglio di amministrazione di Dexia ha approvato la nazionalizzazione dell'unità belga del gruppo. Il Belgio pagherà per Dexia Banque Belgique €4 miliardi. Dexia indica in una nota che l'operazione permetterà di ridurre il suo fabbisogno di capitale nel breve termine di più di €14 miiardi, di migliorare il suo coefficiente di solvibilità di 200 punti base e ridurrà il suo portafoglio di asset non strategici di €18 miliardi. Il Consiglio di Amministrazione di Dexia ha inoltre incaricato l'Amministratore Delegato Pierre Mariani di entrare in trattative esclusive con la Caisse des dépôts e Banque Postale per la cessione delle attività di finanziamento alle collettività in Francia. Nell'ambito del nuovo piano di salvataggio di Dexia, già salvata dal collasso nel 2008, il Belgio, la Francia ed il Lussemburgo apporteranno alla banca garanzie pubbliche per €90 miliardi per assicurare il suo fabbisogno di finanziamento. Il contributo alle garanzie sarà così suddiviso: 60% Belgio, 36,5% Francia, 3,5% Lussemburgo.




✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X