Draghi: Le prospettive dell'economia sono ancora fortemente incerte

Il Presidente della BCE ha avvertito che il 2012 sarà un anno difficile per le banche.

CONDIVIDI
Le prospettive dell'economia della zona euro sono ancora fortemente incerte. Lo ha dichiarato oggi Mario Draghi durante la sua audizione al Parlamento Europeo. Il Presidente della Banca Centrale Europea ha indicato che i rischi sono sbilanciati al ribasso a causa dell'intensificarsi delle tensioni sui mercati finanziari. Draghi si attende che la ripresa dell'economia sarà molto graduale nel 2012. Draghi ha ribadito che per quanto riguarda l'inflazione la BCE prevede un tasso del 2% nei prossimi mesi prima di una decelerazione. Draghi ha osservato di non avere dubbi sulla forza dell'euro e sulla sulla sua irreversibilità. Draghi ha avvertito che il 2012 sarà un anno difficile per le banche. Per questo motivo la BCE avrebbe deciso di concedere nuova liquidità al settore. L'istituto di Francoforte vorrebbe evitare una grave restrizione del credito che potrebbe rallentare ulteriormente l'economia e causare una recessione.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption