ENEL aumenta nel 2010 l'Ebitda del 6,7% e i ricavi del 14%

Il gruppo italiano ha ridotto lo scorso anno l'indebitamento netto di €6 miliardi.

CONDIVIDI
ENEL (IT0003128367) ha annunciato oggi di aver aumentato nel 2010 il suo Ebitda del 6,7% a €17,5 miliardi. Gli analisti avevano atteso in media €17,2 miliardi. Il gruppo italiano ha beneficiato lo scorso anno del consolidamento integrale delle attività di ENDESA (ES0130670112) e dell'aumento delle vendite di energia elettrica nei mercati esteri. I ricavi di ENEL sono cresciuti nel 2010 del 14% a €73,4 miliardi. Si è trattato del miglior risultato nella storia di ENEL. L'indebitamento finanziario netto è calato rispetto alla fine del 2009 di circa €6 miliardi, da €50,9 miliardi a €44,9 miliardi. Secondo l'Amministratore Delegato e Direttore Generale Fulvio Conti avrebbe anche nel 2010 pienamente rispettato i suoi impegni e superato gli obiettivi. Conti indica in un comunicato di attendersi per il 2010 un utile netto consolidato ordinario superiore ai €4 miliardi indicati in precedenza al mercato.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption