eToro

ENEL: L'utile netto cala nel 2011 del 5,5%, scende il pay-out

Il colosso elettrico verserà per il 2011 un dividendo di €0,26 per azione.

ENEL (IT0003128367) ha annunciato oggi che nel 2011 il suo utile netto è calato del 5,5% a €4,15 miliardi. Gli analisti avevano previsto €4,3 miliardi. Sui conti del colosso elettrico ha pesato lo scorso anno il maggior carico fiscale. I ricavi sono aumentati dell'8,4% a €79,51 miliardi. L'Ebitda si è attestato a €17,71 miliardi, in crescita dell'1,4% rispetto al 2010. ENEL si attende che le condizioni di mercato in Italia e in Spagna resteranno difficili, almeno nella prima metà dell'anno. La crescita nei Paesi emergenti, già manifestatasi nel corso del 2011, dovrebbe invece proseguire. In questo contesto il Consiglio di Amministrazione di ENEL ha approvato l'aggiornamento al 2016 del piano industriale, con una revisione al ribasso dei principali obiettivi e una revisione della politica dei dividendi: dal 2012 il pay out sarà pari almeno al 40% dell'utile netto ordinario del gruppo dall'attuale 60%. Nell'arco del piano l'Ebitda è stimato a €16,5 miliardi di euro nel 2012, €17 miliardi nel 2014 e €19 miliardi nel 2016. L'utile netto ordinario del gruppo, su cui si calcolano i dividendi, è visto a €3,4 miliardi nel 2012, €3,8 miliardi nel 2014 e €5 miliardi nel 2016. L'indebitamento finanziario netto dovrebbe scendere significativamente nel periodo, da €43 miliardi nel 2012 a €39 miliardi nel 2014 per arrivare a €30 miliardi nel 2016. Per il 2011 ENEL pagherà un dividendo di €0,26 per azione. Il dividendo per il 2010 aveva ammontato a €0,28 per azione.




✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato