Eni investirà nel 2011 e nel 2012 $3 miliardi in Egitto

Il cane a sei zampe vuole rilanciare le sue attività nel paese nordafricano.

CONDIVIDI
Eni (IT0003132476) ha annunciato oggi che il Ministro del Petrolio Egiziano, Abdallah Ghorab, e il suo Chief Operating Officer, Claudio Descalzi, si sono incontrati al Cairo per sancire l'impegno di Eni a rilanciare la sua attività esplorativa e di sviluppo in Egitto, rimarcando l'importanza che tale impegno riveste per la società petrolifera di stato egiziana Egpc (Egyptian General Petroleum Corporation) e per la stessa compagnia italiana.
L'incremento delle attività interesserà sia lo sviluppo nel Western Desert, nel Mediterraneo e nel Sinai, con la perforazione di pozzi addizionali e l'accelerazione della messa in produzione delle nuove scoperte, sia l'esplorazione, con la perforazione di 12 pozzi esplorativi.
Con queste attività, l'impegno finanziario di Eni in Egitto per l'anno corrente e quello successivo ammonterà a circa $3 miliardi. Eni indica di essere già il primo operatore internazionale di idrocarburi in Egitto con una produzione operata di circa 500 mila boe/giorno.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro