Eni, l'utile netto adjusted aumenta nel terzo trimestre del 7%

Il cane a sei zampe si attende per quest'anno un calo della produzione di circa il 10%.

Eni (IT0003132476) ha annunciato oggi che nel terzo trimestre di quest'anno il suo utile netto adjusted è aumentato del 7% a €1,79 miliardi. Gli analisti avevano atteso €1,49 miliardi. Eni ha beneficiato lo scorso trimestre dell'aumento del prezzo del petrolio. La produzione di idrocarburi è calata a causa dell'interruzione dell'attività in Libia del 13,6% a 1,47 milioni di barili/giorno. Eni indica che l'outlook 2011 è influenzato dai segnali di rallentamento della crescita economica che, in particolare nei Paesi OCSE, frenano le decisioni di investimento e i consumi. Le quotazioni del petrolio sono attese in un trend solido, lievemente decrescente rispetto alle precedenti previsioni anche per effetto dei progressi avvenuti verso una soluzione della crisi libica. Assumendo un parziale recupero delle attività in Libia nel quarto trimestre rispetto a quanto registrato nel terzo trimestre Eni prevede per il 2011 un calo della produzione di circa il 10% rispetto al 2010. Il titolo sale al momento a Milano del 3,1%.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS