Finmeccanica, l'utile netto sale a 456 milioni ma calano l'Ebita ed i ricavi

Il gruppo attivo nella difesa e nell'aerospazio ha tagliato le stime sui suoi ricavi nel 2011.

CONDIVIDI
Finmeccanica (IT0001407847) ha annunciato oggi che nel primo semestre del 2011 il suo utile netto è aumentato del 135% €456 milioni. A tale risultato ha contribuito la plusvalenza netta determinata dalla cessione del 45% di Ansaldo Energia (€443 milioni). L'Ebita Adj. è stato pari a €440 milioni rispetto ai €586 milioni dello stesso periodo 2010, con un decremento di €146 milioni (-25%). Finmeccanica indica che il non positivo andamento congiunturale delle economie del mondo occidentale ha provocato intense pressioni sui mercati e sui sistemi finanziari. Sui risultati del gruppo avrebbero inoltre influito negativamente alcuni eventi e crisi internazionali, oltre alla persistenza di problematiche strutturali connesse all'andamento industriale di alcuni settori di business. I ricavi di Finmeccanica sono calati nel primo semestre del 3% a €8,43 miliardi. Finmeccanica è diventata più prudente sull'intero esercizio e prevede ora per il 2011 ricavi compresi tra €17,5 e €18,0 miliardi, al netto di circa €400 milioni per effetto del deconsolidamento del 45% di Ansaldo Energia. In precedenza Finmeccanica aveva previsto ricavi di €18,3 - €19 miliardi.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro