Fitch: L'italia deve mantenere assolutamente l'accesso ai mercati

l'agenzia crede che il nuovo governo possa sorprendere positivamente se avrà il sostegno dell'Europa.

CONDIVIDI
Fitch ha avvertito che la crisi di fiducia che ha colpito la zona euro e l'Italia ha fatto salire i rendimenti dei titoli di stato italiani a dei livelli che se dovessero persistere sarebbero insostenibili. L'agenzia indica a proposito in una nota che anche se il fabbisogno di capitale dell'Italia è per il resto dell'anno modesto a febbraio matureranno bond con scadenza a medio termine per €36 miliardi e nell'intero 2012 per €193 miliardi. Secondo Fitch sarebbe perciò imperativo che l'Italia mantenga l'accesso ai mercati. Fitch osserva che nel caso in cui il governo italiano dovesse perdere l'accesso ai mercati il rating del Paese verrebbe tagliato probabilmente al livello più basso della categoria "investment grade". Fitch sottolinea però che questa non è la sua ipotesi di base. Fitch crede piuttosto che il nuovo Governo italiano abbia la possibilità di sorprendere positivamente se sarà sostenuto da un'azione politica a livello europeo incluso un intervento della Banca Centrale Europea. Le dinamiche negative dei mercati potrebbero venir spezzate e far tornare i rendimenti dei bond verso dei livelli più sostenibili. Fitch sottolinea che il governo di Monti deve convincere assolutamente gli investitori che potrà realizzare le riforme. Fitch auspica inoltre delle nuove misure correttive per far calare il debito dal 2012 e rafforzare la credibilità sul pareggio di bilancio nel 2013. Fitch fa notare tuttavia che il compito del nuovo governo sarà difficile visto che l'Italia si trova probabimente già in una recessione e che l'economia dell'intera zona euro sta rallentando.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro