Grecia: I partiti pro-euro vincono le elezioni

Nea Dimokratia e il PASOK hanno ottenuto una netta maggioranza. Syriza rifiuta di partecipare alla formazione di un governo.

CONDIVIDI
I partiti pro-euro hanno vinto le elezioni legislative in Grecia. Dopo che sono stati scrutinati più del 50% dei voti, Nea Dimokratia, il partito conservatore, ottiene il 30,2% dei consensi, Syriza (sinistra radicale) il 26,4%, PASOK (socialisti) il 12,6%, Greci indipendenti il 7,4%, Chrysi Avgi (estrema destra) il 7%, Sinistra democratica il 6% e KKE (comunisti) il 4,5%. Nea Dimokratia riceve, compreso il premio di maggioranza, 160 dei 300 seggi del Parlamento greco, Syriza 70 seggi e il PASOK 34 seggi. Nea Dimokratia e il PASOK, che appoggiano le misure di austerità concordate con la Troika UE/BCE/FMI, hanno quindi una netta maggioranza. Antonis Samaras, il leader di Nea Dimokratia, ha dichiarato che un governo sarà formato il più presto possibile. Secondo Samaras si tratterebbe di un vittoria per l'Europa. "I greci - ha indicato - hanno scelto di restare legati all'euro". Il PASOK ha invitato tutti i grandi partiti a partecipare alla formazione di un governo. Il leader dei socialisti Evangelos Venizelos ha dichiarato che il suo partito è consapevole del suo ruolo chiave e auspicato un nuovo governo entro lunedì. Alexis Tsipras, il leader di Syriza, ha subito rifiutato di far parte di una coalizione di governo. Tsipras ha fatto sapere che resterà all'opposizione e continuerà a lottare già da domani contro le decisioni prese da Bruxelles.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption