J.P. Morgan prudente sul settore bancario italiano

L'istituto a stelle e strisce ha declassato BPM, Banco Popolare e UBI Banca ad "Underweight".

CONDIVIDI
J.P. Morgan è prudente sulle prospettive del settore bancario italiano. L'istituto a stelle e strisce crede che sulle banche italiane peserà l'aumento dei costi di finanziamento e il peggioramento della qualità del credito. J.P. Morgan si attende perciò per il 2012 un significativo calo del rendimento delle attività nette. Nonostante la loro bassa valutazione le banche italiane non sarebbero quindi da considerare attrattive. Tra i singoli titoli J.P. Morgan ha declassato Banca Popolare di Milano (IT0000064482), Banco Popolare (IT0004231566) e UBI Banca (IT0003487029) ad "Underweight". J.P. Morgan ha confermato il suo rating di "Neutral" su UniCredit (IT0000064854) e di "Overweight" su Intesa Sanpaolo (IT0000072618). Il target price per UniCredit è stato tagliato da €2,04 a €1,40, quello per Intesa Sanpaolo da €3,05 a €2,10. J.P. Morgan indica di preferire Intesa Sanpaolo perchè il suo rendimento delle attività nette dovrebbe superare nei prossimi anni quello delle rivali.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro