Le borse europee affondano nel finale di seduta

Solo Milano ha potuto conservare un lieve rialzo. Londra ha perso lo 0,1%, Francoforte lo 0,7%, Parigi lo 0,5% e Zurigo lo 0,9%.

CONDIVIDI
Quasi tutti principali listini azionari europei hanno chiuso oggi in ribasso. Il FTSE 100 a Londra ha perso lo 0,1%, il DAX a Francoforte lo 0,7% il CAC40 a Parigi lo 0,5% e lo SMI a Zurigo lo 0,9%. Il FTSE MIB a Milano ha guadagnato lo 0,1%. Le perdite di Wall Street hanno fatto scattare nel finale di seduta una pioggia di vendite sulle borse del Vecchio Continente. I titoli dei produttori di beni di consumo hanno sofferto in particolar modo. Beiersdorf (DE0005200000) ha perso il 2,3%, Danone (FR0000120644) l'1,4%, Henkel (DE0006048432) il 2,1%, Nestlé (CH0012056047) l'1,7% e Unilever (NL0000009348) il 2,4%. Colgate-Palmolive (US1941621039) ha aumentato nel secondo trimestre i suoi ricavi meno di quanto atteso dagli analisti ed avvertito che la svalutazione del bolivar venezuelano avrà un impatto negativo sui suoi utili più forte del previsto.
Male anche il settore delle linee aeree. Lufthansa (DE0008232125) ha perso il 4,5%. La compagnia tedesca ha registrato nel primo semestre una perdita operativa di €171 milioni. Sulla scia di Lufthansa Air France-KLM (FR0000031122) ha perso lo 0,6% e British Airways (GB0001290575) l'1,8%.
Banco Santander (ES0113900J37) ha perso l'1,6%. L'utile della banca spagnola è calato lo scorso trimestre più di quanto atteso dagli analisti. Tra i titoli delle altre banche europee Barclays (GB0031348658) ha perso l'1,5%, HSBC (GB0005405286) l'1,1%, Commerzbank (DE0008032004) lo 0,1%, BNP Paribas (FR0000131104) il 2,8%, Intesa Sanpaolo (IT0000072618) lo 0,6% e Credit Suisse (CH0012138530) lo 0,8%.
France Télécom
(FR0000133308) ha guadagnato a Parigi il 5,5%. L'impresa francese ha aumentato nel primo semestre il suo utile netto del 45% ed annunciato che verserà un dividendo di €1,40 per azione per gli anni 2010, 2011 e 2012.
Cap Gemini (FR0000125338) ha guadagnato il 7,3%. Il leader europeo del settore dei servizi informatici ha alzato le stime sul suo margine operativo per l'intero esercizio.
Telefónica (ES0178430E18) ha chiuso a Madrid in rialzo del 3,2%. Il gruppo spagnolo ha aumentato nel secondo trimestre il suo utile netto del 16% a €2,12 miliardi. Gli analisti avevano atteso in media €1,95 miliardi.
AstraZeneca (GB0009895292) ha guadagnato a Londra il 2,7%. L'impresa farmaceutica ha alzato le stime sul suo utile per azione per l'intero esercizio e raddoppiato il volume del suo programma di buy-back.
BT Group (GB0030913577) ha chiuso in rialzo del 3,1%. L'operatore telefonico ha aumentato nel suo primo trimestre fiscale l'utile più di quanto atteso dal mercato.
Merck KGaA (DE0006599905) ha guadagnato il 4,6% Il gruppo tedesco ha aumentato nel secondo trimestre il suo utile operativo del 77% a €326 milioni. Gli analisti avevano atteso €282 milioni.
Volkswagen (DE0007664005) ha chiuso in rialzo del 3,1%. Il primo produttore europeo di automobili ha raddoppiato nel secondo trimestre il suo utile operativo a circa €2 miliardi. Gli analisti avevano atteso in media un €1,2 miliardi.
Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro