Le borse europee chiudono contrastate

Seduta positiva per Francoforte e Zurigo. Scendono Londra, Parigi e Milano.

CONDIVIDI
I principali listini azionari europei hanno chiuso oggi contrastati. Il FTSE 100 a Londra ha perso l'1%, il CAC40 a Parigi lo 0,7% e il FTSE MIB a Milano lo 0,5%. Il DAX a Francoforte e lo SMI a Zurigo hanno guadagnato rispettivamente lo 0,3% e lo 0,4%. Verso la chiusura delle contrattazioni le borse del Vecchio Continente hanno beneficiato della ripresa di Wall Street. Dopo l'eccezionale rally di ieri sono scattate oggi sulle piazze finanziarie europee delle prese di beneficio. Sul mercato continua ad esserci un'elevata incertezza a causa della crisi del debito sovrano. L'euro è tornato oggi sotto pressione.
Tra i bancari Barclays (GB0031348658) ha perso l'1,3%, Royal Bank of Scotland (GB0006764012) il 3,4%, Commerzbank (DE0008032004) il 2,4%, BNP Paribas (FR0000131104) il 2,3%, UniCredit (IT0000064854) l'1,5%, Banco Santander (ES0113900J37) il 3,3% e Credit Suisse (CH0012138530) l'1%.
Tra i minerari Anglo American (GB00B1XZS820) ha perso il 2,7%, BHP Billiton (GB0000566504) l'1,7%, Rio Tinto (GB0007188757) il 2,1% e Xstrata (GB0031411001) il 3,9%. I prezzi al consumo hanno registrato ad aprile in Cina il loro più forte aumento da diciotto mesi. Il mercato teme ora che Pechino possa intensificare le sue misure volte ad evitare un surriscaldamento dell'economia. I prezzi dei principali metalli sono perciò oggi calati a Londra.
Portugal Telecom (PTPTC0AM0009) ha chiuso a Lisbona in rialzo del 5,9%. Telefónica (ES0178430E18) ha fatto un'offerta non sollecitata per gli assets brasiliani della rivale portoghese.
Telecom Italia
(IT0003497168) ha guadagnato a Milano il 2,2%. Credit Suisse ha alzato oggi il suo rating sul titolo dell'operatore telefonico italianao da "Underperform" ad "Outperform".
EADS
(NL0000235190) ha guadagnato a Parigi il 3,5%. Citigroup ha alzato il suo rating sul titolo dell'impresa madre di Airbus da "Hold" a "Buy".
Deutsche Post
(DE0005552004)
ha guadagnato a Francoforte l'1,4%. Il primo gruppo postale europeo ha aumentato nel primo trimestre il suo utile netto dell'85% ed alzato le sue stime per l'intero esercizio.
Deutsche Boerse (DE0005810055) ha perso l'1,5%. L'utile netto del gruppo che gestisce la Borsa di Francoforte è calato nel primo trimestre del 24% a €157 milioni. Gli esperti delle banche d'affari avevano previsto €164 milioni.
Carlsberg
(DK0010181759) ha chiuso in rialzo del 2,1%. Il produttore di birra ha generato nel primo trimestre di quest'anno un utile operativo di DKK 735 milioni. Gli analisti avevano atteso in media DKK 630 milioni.
Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro