Le borse europee chiudono contrastate

Un laptop mostra un grafico

I principali listini azionari europei hanno chiuso oggi contrastate. Il FTSE 100 a Londra ha perso lo 0,1% e il FTSE MIB a Milano lo 0,4%. Il DAX a Francoforte ha guadagnato lo 0,4%, il CAC40 a Parigi lo 0,1% e lo SMI a Zurigo lo 0,2%. La seduta è stata dominata dalla prudenza. Gli investitori hanno atteso con tensione i risultati degli “stress tests” sulle banche europee. La maggior parte dei bancari ha chiuso in ribasso. Barclays (GB0031348658) ha perso lo 0,5%, HSBC (GB0005405286) l’1,3%, Crédit Agricole (FR0000045072) l’1,1%, Intesa Sanpaolo (IT0000072618) l’1% e UBS (CH0024899483) lo 0,3%.
Ancora bene i minerari. Anglo American (GB00B1XZS820) ha guadagnato l’1,8%, Rio Tinto (GB0007188757) lo 0,6%, Xstrata (GB0031411001) l’1,9%, Lonmin (GB0031192486) il 2%, Kazakhmys (GB00B0HZPV38) l’1,9% e Vedanta (GB0033277061) lo 0,5%. Il prezzo del rame è salito oggi a Londra per la quinta seduta di fila.
Vodafone (GB0007192106) ha chiuso in rialzo dell’1%. Il colosso della telefonia mobile ha aumentato nel suo primo trimestre fiscale i suoi ricavi più di quanto atteso dal mercato.
Ericsson (SE0000108656) ha perso il 7,1%. L’impresa svedese ha pubblicato dei deludenti dati di bilancio per il secondo trimestre del 2010.
STMicroelectronics (NL0000226223) ha perso il 3,6%. Il primo produttore europeo di semiconduttori ha pubblicato una trimestrale migliore delle attese degli analisti, la joint venture ST-Ericsson ha però registrato ancora una volta una debole performance.
ARM Holdings (GB0000595859) ha guadagnato a Londra l’11,6%. L’azienda leader nella progettazione di CPU per dispositivi mobili ha stretto un accordo di licenza con Microsoft (US5949181045). Il colosso del software potrà in futuro pienamente sfruttare la proprietà intellettuale delle tecnologie di ARM per lo sviluppo di propri chip personalizzati.
Adidas
(DE0005003404) ha guadagnato il 2,2%. La seconda impresa al mondo del settore dell’abbigliamento sportivo ha aumentato nel secondo trimestre il suo utile netto da anno ad anno da €9 a €126 milioni. Gli analisti avevano atteso in media €73 milioni.
Akzo Nobel (NL0000009132) ha guadagnato il 2,6%. Il gigante olandese della chimica ha aumentato nel secondo trimestre il suo Ebitda del 21% a €614 milioni. Gli analisti avevano atteso €563 milioni.
Alstom (FR0010220475) ha chiuso in rialzo del 3,7%. Il gruppo francese ha stipulato due contratti per un volume totale di €450 milioni per costruire due centrali elettriche in India.
Sanofi-Aventis (FR0000120578) ha perso il 4,3%. La FDA (Food and Drug Administration) ha approvato negli USA una versione generica del Lovenox, uno dei farmaci più importanti di Sanofi Aventis.
Pernod Ricard
(FR0000120693) ha perso il 2,3%. Il secondo produttore al mondo di liquori ha registrato nel suo quarto trimestre fiscale una crescita organica inferiore alle attese degli analisti.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borse Europee

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.