Le borse europee chiudono deboli, respira Milano

Londra ha perso l'1%, Francoforte lo 0,8%, Parigi lo 0,8%, Zurigo lo 0,6% e Madrid lo 0,7%.

CONDIVIDI
Quasi tutti i principali indici azionari europei hanno chiuso oggi in ribasso. Il FTSE 100 a Londra ha perso l'1%, il DAX a Francoforte lo 0,8%, il CAC40 a Parigi lo 0,8%, lo SMI a Zurigo lo 0,6% e l'IBEX 35 a Madrid lo 0,7%. Il FTSE MIB a Milano ha guadagnato l'1,2%. La seduta è stata molto volatile e nervosa. Sul mercato ci sono stati anche oggi dei momenti di panico. Gli investitori hanno riacquistato un po' di fiducia dopo l'odierna asta di BOT ad un anno. Nonostante il balzo del rendimento il Governo italiano ha potuto collocare l'intero importo e la domanda è stata soddisfacente. A sostenere le borse sono state inoltre le voci secondo cui la BCE avrebbe acquistato bonds italiani e spagnoli.
La maggior parte dei bancari ha registrato di nuovo una debole performance. Barclays (GB0031348658) ha perso il 2,7%, Deutsche Bank (DE0005140008) l'1%, Société Générale (FR0000130809) lo 0,4% e UBS (CH0024899483) l'1,9%.
Seduta negativa anche per il settore dei semiconduttori. ASML (NL0000334365) ha perso il 3%, Infineon (DE0006231004) il 3,6% e STMicroelectronics (NL0000226223) il 3,8%. Le statunitensi Microchip Technology (US5950171042) e Novellus Systems (US6700081010) hanno fornito delle deludenti previsioni, rispettivamente per il secondo e per il terzo trimestre.
BMW (DE0005190003) ha guadagnato lo 0,7%. Il gruppo tedesco ha alzato le sue stime per il 2011.
Thomas Cook
(GB00B1VYCH82) è crollato del 28,4%. Il leader europeo del turismo ha lanciato un profit warning.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption