Le borse europee chiudono in deciso calo, Francoforte e Parigi le peggiori

Le vendite hanno colpito tutti i settori, solo una manciata di titoli ha potuto chiudere in rialzo.

CONDIVIDI
Tutti i principali indici azionari europei hanno chiuso oggi in forte calo. Il FTSE 100 a Londra ha perso il 2,3%, il DAX a Francoforte il 2,8%, il CAC40 a Parigi il 2,7%, lo SMI a Zurigo l'1,5%, l'IBEX 35 a Madrid il 2,1% e il FTSE MIB a Milano il 2,4%. Dai verbali del FOMC, il comitato esecutivo della Fed, è emerso ieri che la Banca Centrale degli USA è diventata più prudente su un nuovo allentamento quantitativo. Anche Mario Draghi non ha accennato oggi a dei nuovi stimoli per l'economia nonostante abbia indicato che ci sono ancora dei rischi al ribasso. Sul mercato sono inoltre ulteriormente aumentati i timori relativi alla situazione della Spagna. L'esito delle odierne aste di titoli spagnoli è stato particolarmente deludente, i rendimenti hanno registrato un aumento, allo stesso tempo la domanda è stata debole.
Le vendite hanno colpito tutti i settori, solo una manciata di titoli ha potuto chiudere in rialzo. Oltre ai bancari anche i minerari ed i petroliferi hanno sofferto in particolar modo. Il forte apprezzamento del dollaro rispetto all'euro ha scatenato una pioggia di vendite sulle materie prime. Tra i minerari BHP Billiton (GB0000566504) ha perso il 3% e Rio Tinto (GB0007188757) il 3,5%. Tra i petroliferi BP (GB0007980591) ha perso il 2,6% e BG Group (GB0008762899) il 4,9%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption