Le borse europee chiudono in ribasso

Un laptop mostra un grafico

I principali listini azionari europei hanno chiuso oggi in ribasso. Il FTSE 100 a Londra ha perso lo 0,8%, il DAX a Francoforte l’1%, il CAC40 a Parigi l’1,4%, il FTSE MIB a Milano l’1,6% e lo SMI a Zurigo lo 0,7%. Sulle borse del Vecchio Continente ha pesato l’aumento dei dubbi degli investitori sullo stato di salute dell’economia statunitense. Gli indici NY Empire State e il Philadelphia Fed hanno deluso chiaramente le attese del mercato ed indicato che l’attività manifatturiera sta rallentando. Gli investitori erano già in allarme dopo che ieri si era appreso che la Fed ha tagliato leggermente le sue stime sulla crescita del PIL degli USA nel 2010 e nel 2011 (per ulteriori dettagli clicca qui).
Tra i ciclici Alstom (FR0010220475) ha perso l’1,6%, ArcelorMittal (LU0323134006) il 3,2%, Schneider Electric (FR0000121972) il 2,3% e Siemens (DE0007236101) l’1,6%.
I bancari hanno potuto beneficiare solo brevemente della solida trimestrale pubblicata J.P. Morgan Chase & Co. (US46625H1005). Barclays (GB0031348658) ha perso il 4,2%, Royal Bank of Scotland (GB0006764012) il 2,2%, Deutsche Bank (DE0005140008) il 2,5%, BNP Paribas (FR0000131104) il 4%, Intesa Sanpaolo (IT0000072618) il 2,6%, Banco Santander (ES0113900J37) il 2,5% e Credit Suisse (CH0012138530) il 2,6%.
Le banche greche hanno registrato controtendenza dei forti rialzi. Piraeus Bank (GRS014013007) ha guadagnato il 12,7%. Piraeus Bank ha fatto un’offerta per acquistare le quote statali nelle concorrenti Agricultural Bank of Greece (GRS414013003) e Hellenic Postbank (GRS492003009). Agricultural Bank of Greece ha chiuso in rialzo del 6,5% e Hellenic Postbank del 21,5%.
Tra i minerari BHP Billiton (GB0000566504) ha perso l’1,2%, Kazakhmys (GB00B0HZPV38) l’1,9%, Rio Tinto (GB0007188757) il 3,3% e Xstrata (GB0031411001) il 2,2%. I prezzi dei metalli di base sono scesi oggi a Londra.
BMW
(DE0005190003) ha guadagnato l’1,7%. Le immatricolazioni del gruppo tedesco sono aumentate lo scorso mese del 6,7%.
Volkswagen (DE0007664005) ha perso l’1,9%. Citigroup ha tagliato il suo rating sul titolo del primo produttore europeo di automobili da “Buy” a “Hold”.
L’Oréal (FR0000120321) ha guadagnato lo 0,9%. Royal Bank of Scotland ha alzato il suo rating sul titolo del leader mondiale dei cosmetici da “Sell” a “Hold”.
GlaxoSmithKline (GB0009252882) ha chiuso in rialzo dell’1,8%. Secondo un organo di consulenza della FDA (Food and Drug Administration), il farmaco Avandia di GlaxoSmithKline per la cura del diabete potrebbe restare in commercio con delle modifiche sul suo foglietto illustrativo.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Borse Europee

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.