Le borse europee restano in rosso

Affonda il settore delle costruzioni. Male anche i minerari. Bene BP e Peugeot.

CONDIVIDI
I principali indici azionari europei sono a metà seduta negativi. Il FTSE 100 a Londra perde al momento lo 0,8%, il DAX a Francoforte lo 0,8% e il CAC40 a Parigi lo 0,6%. L'incerto andamento di Wall Street di ieri ha fatto tornare velocemente le vendite sulle borse del Vecchio Continente. Gli investitori continuano ad essere preoccupati a causa di un possibile rallentamento dell'economia. Il settore delle costruzioni guida la lista dei ribassi. CRH Plc (IE0001827041) perde l'8%. Il secondo fornitore al mondo di materiali per le costruzioni si attende per il primo semestre un calo dei ricavi del 10% e dell'utile operativo del 50%. CRH Plc ha inoltre espresso prudenza sulla seconda metà dell'anno. Sulla scia di CRH Plc Lafarge (FR0000120537) perde il 3,8%, Saint Gobain (FR0000125007) l'1,6%, Wolseley (GB0009764027) il 3,2% e HeidelbergCement (DE0006047004) il 5,2%.
Male anche il settore minerario. BHP Billiton (GB0000566504) perde l'1,2%, Rio Tinto (GB0007188757) l'1,9% e Xstrata (GB0031411001) il 2,7%. I prezzi dei metalli di base scendono oggi a Londra.
BP (GB0007980591) sale del 4,3%. Secondo quanto riportano diverse fonti il CEO dell'impresa petrolifera sarebbe da ieri ad Abu Dhabi. La notizia ha fatto aumentare ulteriormente la speculazione su un possibile ingresso di un fondo sovrano mediorientale nel capitale di BP.
Peugeot (FR0000121501) sale dell'1,9%. Le vendite del gruppo francese hanno raggiunto nel primo semestre di quest'anno un livello record. Tra gli altri titoli del settore BMW (DE0005190003) guadagna lo 0,4% e Renault (FR0000131906) l'1%.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro