Le borse europee salgono sulla scia di Wall Street, brilla Siemens

Londra ha guadagnato lo 0,3%, Francoforte lo 0,7% e Parigi lo 0,7%. Bene i farmaceutici. Vendite sui minerari ed i bancari.

CONDIVIDI
Dopo quattro sedute negative di fila i principali listini azionari europei hanno chiuso oggi in rialzo. Il FTSE 100 a Londra ha guadagnato lo 0,3%, iI DAX a Francoforte lo 0,7%, il CAC40 a Parigi lo 0,7%, il FTSE MIB a Milano lo 0,2% e lo SMI a Zurigo lo 0,5%. La fiducia dei consumatori è salita a dicembre negli USA ai suoi più alti livelli degli ultimi seidici mesi. La notizia ha messo in ombra i timori legati alla stretta creditizia in Cina e fatto tornare gli acquisti sulle borse del Vecchio Continente.
Siemens (DE0007236101) ha guadagnato il 5,1%. Il gruppo tedesco ha aumentato lo scorso trimestre a sorpresa il suo utile operativo.
Molto bene anche Novartis (CH0012005267): +2,1% a CHF 56,85. L'impresa svizzera ha comunicato questa mattina che il suo utile è aumentato lo scorso trimestre del 52%. Novartis ha inoltre annunciato un cambio del suo CEO.
Novo-Nordisk (DK0060102614) ha guadagnato il 3,5%. La FDA statunitense ha approvato il farmaco Victoza dell'impresa danese per il trattamento del diabete di tipo 2. Tra gli altri titoli del settore farmaceutico AstraZeneca (GB0009895292) ha chiuso in rialzo dell'1,5%, GlaxoSmithKline (GB0009252882) dell'1,5%, Roche (CH0012032048) dell'1,2% e Sanofi-Aventis (FR0000120578) dell'1,4%.
Peugeot (FR0000121501) ha guadagnato a Parigi il 2,1%. Secondo delle voci di stampa le trattative tra l'impresa francese e Mitsubishi Motors (JP3899800001) si troverebbero in una fase di stallo e potrebbero anche fallire.
Munich Re (DE0008430026) ha guadagnato l'1,2%. Il leggendario finanziere Warren Buffett ha aumentato la sua partecipazione nel gigante delle riassicurazioni al di sopra del 3%.
La debolezza dei prezzi dei metalli ha penalizzato i minerari. BHP Billiton (GB0000566504) ha perso l'1%, Rio Tinto (GB0007188757) l'1,1% e Xstrata (GB0031411001) l'1,7%.
La maggior parte dei bancari ha chiuso in ribasso. Lloyds Banking Group (GB0008706128) ha perso il 2,3%, Royal Bank of Scotland (GB0006764012) l'1,6%, Deutsche Bank (DE0005140008) l'1,1%, Crédit Agricole (FR0000045072) l'1%, UniCredit (IT0000064854) il 2,2% e UBS (CH0024899483) l'1,7%.

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central!  Provo adesso >>

Conto Demo da 100.000€ – Inizia a fare trading con un conto demo gratuito su Broker Regolamentato. Inclusi 30 giorni di prova gratuita dei segnali di Trading Central! Provo adesso >>

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro