Le borse europee scendono a metà seduta

La situazione dell'Italia è tornata al centro delle preoccupazioni degli investitori.

CONDIVIDI
Le borse europee sono a metà seduta negative, le peggiori sono Madrid e Milano che perdono più dell'1%. La situazione dell'Italia è tornata al centro delle preoccupazioni degli investitori. Le odierne aste di BOT e CTZ hanno fatto registrare un forte aumento dei rendimenti, allo stesso tempo la domanda è calata. Sul mercato secondario la tensione è salita sensibilmente. Il rendimento del BTP a dieci anni è arrivato al 7,3%, quello del BTP a due anni al 7,8%. Anche i rendimenti di molti altri paesi europei sono in aumento. Tra i bancari Barclays (GB0031348658) perde l'1,1%, Deutsche Bank (DE0005140008) l'1% e Société Générale (FR0000130809) l'1,7%. Il calo dei prezzi dei metalli penalizza i minerari. BHP Billiton (GB0000566504) perde l'1,2% e Rio Tinto (GB0007188757) l'1%. Male anche il settore dell'auto. BMW (DE0005190003) perde l'1%, Renault (FR0000131906) l'1,3% e Volkswagen (DE0007664005) l'1,6%. AXA (FR0000120628) guadagna a Parigi il 2,1%. Goldman Sachs ha promosso il titolo del gruppo assicurativo francese a "Buy".

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption