Le borse europee volano con i bancari

Londra ha guadagnato il 2,7%, Francoforte il 2,3%, Parigi il 3%, Zurigo il 2% e Milano il 2,5%

CONDIVIDI
Tutti i principali listini azionari europei hanno chiuso oggi in forte rialzo. Il FTSE 100 a Londra ha guadagnato il 2,7%, il DAX a Francoforte il 2,3%, il CAC40 a Parigi il 3%, lo SMI a Zurigo il 2% e il FTSE MIB a Milano il 2,5%. Le borse del Vecchio Continente hanno beneficiato oggi soprattutto dei convincenti risultati di bilancio pubblicati da BNP Paribas (FR0000131104) e da HSBC (GB0005405286). I positivi dati macroeconomici arrivati nel pomeriggio dagli USA hanno fatto accelerare nelle ultime ore di contrattazione il trend rialzista.
BNP Paribas ha guadagnato a Parigi il 5,3%. La maggiore banca francese ha aumentato nel secondo trimestre del 2010 il suo utile netto del 31% a €2,1 miliardi. Gli analisti avevano atteso in media €1,7 miliardi. HSBC ha chiuso a Londra in rialzo del 5,3%. La prima banca europea per capitalizzazione di borsa ha raddoppiato nel primo semestre il suo utile prima delle tasse a $11,1 miliardi. Gli analisti avevano atteso solamente $9,1 miliardi. Tra gli altri titoli del settore Lloyds Banking Group (GB0008706128) ha guadagnato il 4,6%, Royal Bank of Scotland (GB0006764012) il 4,3%, Commerzbank (DE0008032004) il 3,5%, Société Générale (FR0000130809) il 4,7%, UniCredit (IT0000064854) il 3,4%, Banco Santander (ES0113900J37) il 5,2% e Credit Suisse (CH0012138530) il 3,8%.
L'aumento dei prezzi delle materie prime ha spinto i minerari ed i petroliferi.
Tra i minerari BHP Billiton (GB0000566504) ha guadagnato il 4,3%, Kazakhmys (GB00B0HZPV38) il 5,1%, Rio Tinto (GB0007188757) il 4,4% e Xstrata (GB0031411001) il 5,9%. Il prezzo del rame è salito oggi a Londra per il quarto giorno di fila. Nel settore petrolifero BP (GB0007980591) ha chiuso in rialzo dell'1,8%, Eni (IT0003132476) del 2,7%, Royal Dutch Shell (GB00B03MLX29) del 4,2% e Total (FR0000120271) del 3,1%. Il prezzo del petrolio è balzato nel pomeriggio a New York al di sopra di quota $80.
Air Liquide (FR0000120073) ha guadagnato il 3,4%. Il primo produttore al mondo di gas industriali ha aumentato il suo utile netto nel primo semestre più di quanto atteso dagli analisti.
Infineon
(DE0006231004)
ha chiuso in rialzo dell'1,9%. Secondo delle voci di stampa l'impresa tedesca sarebbe vicina a trovare un accordo per cedere ad Intel (US4581401001) la sua divisione dei chip per i cellulari.
Metro (DE0007257503) ha perso il 2,4%. Il gigante della distribuzione ha registrato lo scorso trimestre a sorpresa un calo del suo utile.
Volkswagen (DE0007664005) ha guadagnato il 3,9%. Il Governo della Bassa Sassonia sta studiando una possibile vendita di una parte della sua quota nel produttore di automobili.
TNT (NL0000009066) ha perso il 3,7%. L'Ebit del gruppo olandese è calato nel secondo trimestre del 69% a €55 milioni. Gli analisti avevano atteso in media €235 milioni.
Nokia (FI0009000681) e Siemens (DE0007236101) hanno guadagnato rispettivamente il 2,7% e il 3,8%. Secondo il "Wall Street Journal" Nokia e Siemens potrebbero cedere una quota della joint venture Nokia Siemens Networks ad un fondo di private equity.
Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro