L'euro scivola anche al di sotto di 1,24 dollari

La valuta europea è scesa fino a circa 1,2360 dollari ovvero ai suoi più bassi livelli dal novembre del 2008.

L'euro ha violato al ribasso anche quota 1,24 dollari. La valuta europea è scesa fino a circa 1,2360 dollari ovvero ai suoi più bassi livelli dai tempi del collasso di Lehman Brothers nel novembre del 2008. La Banca Centrale Europea aveva fissato a metà giornata il cambio euro-dollaro a 1,2492 (giovedì: 1,2587).
I timori relativi alla crisi del debito sovrano sono oggi sensibilmente riaumentati. Josef Ackermann, il CEO di Deutsche Bank (DE0005140008), uno dei principali consulenti del Governo greco, ha espresso scetticismo sulle capacità di Atene di ripagare i suoi debiti. I prezzi al consumo, depurati dalle più volatili componenti cibo ed energia, sono inoltre calati in Spagna ad aprile per la prima volta nella storia. Ciò implica una bassa crescita nominale dell'economia e quindi un problema per la politica fiscale di Madrid. A pesare sull'euro sono infine anche le voci di stampa secondo cui il presidente francese, Nicolas Sarkozy, avrebbe minacciato durante il summit straordinario dell'Eurogruppo l'uscita della Francia dall'euro per convincere la Germania ad appoggiare il piano di salvataggio per la Grecia.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS