OCSE: PIL quarto trimestre confermato a +0,2%, Italia -0,7%

Solo gli USA hanno potuto registrare un'accelerazione su base sequenziale.

CONDIVIDI

L'OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) ha confermato oggi che il PIL della sua area è cresciuto nel quarto trimestre del 2011 dello 0,2%, contro il +0,6% del terzo trimestre e il +0,3% del secondo trimestre.
L'OCSE osserva che a livello globale tutti le principali componenti della domanda finale hanno contribuito al rallentamento, tranne la variazione delle scorte, che è rimasta invariata.
La performance dei principali Paesi dell'OCSE è stata lo scorso trimestre estremamente differenziata. Solo gli USA hanno potuto registrare un'accelerazione su base sequenziale, da +0,5% del terzo trimestre a +0,7%. Dopo il rimbalzo del terzo trimestre (+1,7%) il PIL del Giappone è sceso dello 0,2%. Il PIL dell'Italia è calato dello 0,7%, segnando il secondo trimestre negativo di fila (-0,2% nei tre mesi precedenti). In calo anche Germania (-0,2%) e Gran Bretagna (-0,3%), mentre il PIL della Francia è cresciuto dello 0,2% rispetto al +0,3% del terzo trimestre.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption