Per Barron's i titoli delle grandi imprese farmaceutiche sono sottovalutati

Secondo l'autorevole rivista finanziaria Wall Street sarebbe al momento troppo pessimista sulle prospettive settore.

CONDIVIDI
"Barron's" crede che i titoli delle grandi imprese farmaceutiche siano sottovalutati e che alcuni di loro si possano apprezzare del 30% nel giro di un anno. Secondo l'autorevole rivista finanziaria Wall Street sarebbe al momento troppo pessimista sulle prospettive settore. Tra le imprese farmaceutiche più sottovalutate in borsa ci sarebbero le europee Novartis (CH0012005267), Roche (CH0012032048) e Sanofi-Aventis (FR0000120578) e le statunitensi Merck (US5893311077) e Pfizer (US7170811035). "Barron's" osserva che i loro titoli quotano al momento in media con un p/u di 9 per il 2010 mentre l'indice S&P 500 presenta un p/u di 18. "Barron's" stima che timori legati alla scadenza di diversi brevetti e alla concorrenza dei farmaci generici siano eccessivi. "Barron's" indica che le grandi impresa farmaceutiche hanno ridotto fortemente i loro costi, si sono rafforzate attraverso delle operazioni di M&A (Merger and Acquisition) ed hanno stretto delle partnership con delle rivali più piccole ma con delle tecnologie innovative. Le stesse grandi imprese farmaceutiche non esiterebbero inoltre più a lanciarsi sul mercato dei farmaci generici. Secondo "Barron's" le compagnie europee si troverebbero, in generale, in una migliore posizione di quelle statunitensi in virtù della loro forte presenza nei paesi emergenti.
Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro