S&P taglia le sue stime sull'economia della zona euro

sp-taglia-le-sue-stime-sulleconomia-della-zona-euro
S&P è diventata più pessimista sulle prospettive dell'economia della zona euro. © Shutterstock

L'agenzia di rating si attende ora per quest'anno un calo del PIL dello 0,4%.

CONDIVIDI

Standard & Poor's ha tagliato le sue stime sull'economia della zona euro. L'agenzia di rating si attende ora per quest'anno un calo del PIL dello 0,4%. In precedenza S&P aveva atteso un PIL invariato. Le stime per il 2013 sono state ridotte da +1% a +0,4%. Secondo S&P ci sarebbe il 40% di probabilità che la zona euro entri il prossimo anno in un nuovo periodo di recessione. S&P osserva che c'è il rischio che un declino dell'economia in alcuni paesi emergenti possa frenare la ripresa del commercio mondiale. S&P indica inoltre che un grande paese della zona euro potrebbe perdere l'accesso ai mercati finanziari per un prolungato periodo di tempo e che la domanda dei consumatori potrebbe scendere ulteriormente. Per quanto riguarda i principali paesi della zona euro S&P prevede che la Germania crescerà quest'anno dello 0,6% ed il prossimo dell'1,4%. Le previsioni per la Francia, la seconda economia europea, sono per il 2012 di una crescita dello 0,3% e per il 2013 di una crescita dello 0,7%. Il PIL dell'Italia dovrebbe calare nel 2012 del 2,1% e nel 2013 dello 0,4%. S&P si attende infine che il PIL della Spagna calerà nel 2012 dell'1,7% e nel 2013 dello 0,6%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption