Trichet in pressing sui governi, "imperativo" applicare decisioni UE

Secondo il Presidente della BCE un organismo centrale potrebbe imporre in futuro le misure di bilancio.

E' "imperativo" attuare le decisioni prese lo scorso 21 luglio dai capi di Stato e di governo dell'Unione Europea per risolvere la crisi del debito. Lo ha dichiarato oggi Jean Claude Trichet a Parigi. I leader dell'Unione Europea hanno raggiunto lo scorso 21 luglio un accordo su un piano volto ad evitare un contagio della crisi. L'implementazione delle misure è però in dubbio a causa degli ostacoli politici in alcuni paesi. La Finlandia ha chiesto delle garanzie alla Grecia e la Slovacchia potrebbe far ratificare il piano dal suo parlamento solo a dicembre. Trichet ha perciò avvertito che una delle raccomandazioni più forti è di mettere all'opera nel modo più completo e rigoroso possibile, in maniera incontestabile, le decisioni che vengono prese. Il Presidente della Banca Centrale Europea ha ancora una volta indicato delle vie per lo sviluppo a medio e lungo termine della governance della zona euro. Secondo Trichet sarebbe immaginabile che in futuro le decisioni vengano prese da un organismo centrale del mercato e della moneta unica nel caso un paese si mostri incapace di applicare le misure necessarie per ridurre il deficit. In un futuro più lontano sarebbe inoltre possibile immaginare la creazione di una confederazione europea, con un governo confederale e un ministro delle finanze europeo. Trichet ha infine indicato che il problema principale consiste nella necessità di riforme strutturali in Europa al fine di aumentare il potenziale di crescita del continente.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS