UBS: La perdita causata da un trader si allarga a $2,3 miliardi

CONDIVIDI
UBS (CH0024899483) ha rivisto al rialzo, da $2 miliardi a $2,3 miliardi, la perdita causata dal trader Kweku Adoboli, accusato nel Regno Unito di frode per abuso di fiducia. La banca svizzera indica in una nota che la perdita è ascrivibile a transazioni di negoziazione non autorizzate a carattere speculativo concernenti vari futures su indici azionari (S&P 500, DAX e EuroStoxx) fatte nel corso degli ultimi tre mesi. Le posizioni sarebbero state aperte nell'ambito della normale attività di una grande società di negoziazione azionaria globale nell'ambito di un portafoglio abbinato a operazioni di copertura appropriate. L'effettiva portata dell'esposizione al rischio sarebbe risultata tuttavia distorta poiché le posizioni erano compensate nei sistemi di UBS da fittizie posizioni cash ETF con liquidazione a termine, che sarebbero state eseguite dal trader. Queste operazioni fittizie avrebbero nascosto che le transazioni su futures su indici superavano i limiti di rischio di UBS. A seguito di indagini effettuate sulle posizioni prese dal trader dalle funzioni di controllo di UBS, il 14 settembre 2011 il trader avrebbe rivelato la sua attività non autorizzata. UBS osserva che il suo Consiglio di amministrazione ha creato un comitato speciale che condurrà un'inchiesta indipendente riguardo alle attività di negoziazione non autorizzate e al loro legame con i controlli vigenti. L'attività su azioni sarebbe tornata ad operare nella normalità secondo i limiti di rischio precedentemente definiti. UBS ribadisce che le posizioni dei clienti non sono state interessate in alcun modo.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro