UniCredit, utile secondo trimestre -67%, pesano le sofferenze

unicredit-utile-secondo-trimestre--67-pesano-le-sofferenze
UniCredit ha registrato un forte calo dell'utile. © iStockPhoto

Gli accantonamenti su crediti sono aumentati lo scorso trimestre del 62%.

CONDIVIDI

UniCredit (IT0000064854) ha annunciato oggi che nel secondo trimestre di quest'anno il suo utile netto è calato del 67% a €169 milioni. Gli analisti avevano atteso €302 milioni. Sui conti di UniCredit hanno pesato le difficili condizioni di mercato in Italia. Gli accantonamenti su crediti sono aumentati da anno ad anno del 62% a €1,9 miliardi. Il margine di intermediazione è sceso del 3,2% a €6,2 miliardi. I costi operativi sono calati del 4,6% a €3,7 miliardi. Per quanto riguarda la situazione patrimoniale il Core Tier 1 è migliorato rispetto al trimestre precedente dal 10,31% al 10,4%. UniCredit indica che il coefficiente è pienamente conforme alle regole dell'Autorita' Bancaria Europea (EBA), ben al di sopra della soglia del 9% richiesta entro il giugno 2012.
UniCredit ha comunicato parallelamente di aver raggiunto un accordo per chiudere con l'agenzia delle entrate il contenzioso su alcune operazioni di finanza strutturata risalenti al periodo 2007-2009, tra cui il caso "Brontos". Il costo complessivo per la banca per imposte e sanzioni è pari a €264 milioni. UniCredit osserva che la somma sarà assorbita con l'utilizzo degli stanziamenti costituiti negli anni precedenti.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro