Confesercenti: Aumento IVA colpo di grazia per i consumi

confesercenti-aumento-iva-colpo-di-grazie-per-i-consumi
L'aumento dell'IVA ha frenato ulteriormente i consumi. © iStockPhoto

Secondo la Confesercenti la politica fiscale sarebbe inefficiente e punitiva. Le piccole superfici verrebbero penalizzate in particolar modo.

CONDIVIDI

L'aumento dell'IVA ha dato il colpo di grazia ai consumi. Lo denuncia la Confesercenti.

L'associazione spiega che il nuovo calo delle vendite al dettaglio annunciato oggi dall'Istat è dato grave ma non inatteso: "l'aumento dell’aliquota IVA, scattato il primo ottobre ha infatti minato ulteriormente la fiducia dei consumatori, traducendosi in contrazione della spesa".

Politica fiscale inefficiente e punitiva

Secondo la Confesercenti la politica fiscale sarebbe inefficiente perchè oltre a punire i redditti ed i consumi non porterebbe i benefici previsti all'erario. La Confesercenti indica a proposito che nei primi 10 mesi del 2013 il gettito proveniente da imposte indirette è calato di 3,7 miliardi a causa della continua riduzione dei consumi che proprio gli aumenti fiscali hanno contribuito a creare.

Piccole superfici fortemente penalizzate

La Confesercenti osserva che ad essere penalizzate sono soprattutto le piccole superfici, che tra gennaio e ottobre hanno registrato un calo di vendite del 3,1%, quasi triplo rispetto a quello della grande distribuzione (-1,1%). Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

"L'aumento IVA andava evitato - conclude la Confesercenti, così come occorreva ed occorre una svolta profonda nella politica fiscale di questo Paese, vista la pressione fiscale effettiva che ha ormai superato la soglia del 55%".

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro