Borsainside.com
etoro

L'allarme di Confindustria: "La stretta sui prestiti continuerà nel 2014"

lallarme-di-confindustria-la-stretta-sui-prestiti-continuera-nel-2014
La crisi continua a pesare sul mercato del credito. © Shutterstock

Il Centro studi di Confindustria prevede che i prestiti caleranno quest'anno di 8 miliardi. La situazione migliorerà solo i test della BCE saranno positivi.

La stretta sui prestiti alle imprese continuerà nel 2014. Lo segnala il Centro studi di Confindustria (Csc)




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Proprio ieri era emerso dal Supplemento al Bollettino Statistico "Moneta e banche" della Banca d'Italia che le banche sono sempre più restie a concedere prestiti. Quelli alle società non finanziarie sono crollati a novembre di ben il 6% (-4,9% ad ottobre).

L'analisi del Csc

Il Csc indica da parte sua che il calo dei prestiti bancari alle imprese è stato finora del 10,5% dal picco del settembre 2011, pari a -96 miliardi di euro. La situazione non dovrebbe migliorare quest'anno. Il Csc prevede un calo dell'1% (-8 miliardi). Nel 2015 i prestiti dovrebbero invece aumentare del 2,8% (+22 miliardi).

Il Csc osserva che il calo dei prestiti  è partito dal lato dell'offerta e perciò le sue previsioni si basano sull'evoluzione nei bilanci bancari del rischio di credito (oggi ai massimi), della capacità di generare utili (ai minimi), dei ratio di capitale e della raccolta.

L'esito dei test della BCE sarà cruciale

Molto dipenderà dai test della BCE. La tendenza si invertirà se l'analisi dell'Eurotower confermerà "la solidità dei bilanci bancari così da infondere fiducia negli istituti italiani da parte degli investitori e da abbassare la loro avversione al rischio". Il Csc avverte che se i test dovessero avere invece un esito negativo allora "si potrebbe materializzare uno scenario avverso, nel quale i prestiti scenderebbero del 4,9% nel 2014 (-40 miliardi) e dell'1,3% nel 2015 (-10 miliardi)".

Necessario sviluppo di altri canali di finanziamento

IlCsc ritiene inoltre che l'andamento dei prestiti bancari nel 2014-15 non potrà comunque soddisfare pienamente il fabbisogno finanziario creato dal miglioramento della domanda e dell'attività economica. Sarebbe quindi necessario e urgente lo sviluppo dei canali di finanziamento non bancari.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Broker Caratteristiche Vantaggi Apri Conto Demo
eToro
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • 100% Azioni – 0 Commissioni
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
AvaTrade
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova Gratis AvaTrade opinioni
ROInvesting
  • Licenza: CySEC / MiFID II
  • A.C. Milan PARTNER
  • Investi con Paypal
Formazione Trader Prova Gratis ROInvesting opinioni
101Investing
  • Licenza: CySEC
  • Gran numero di valute e criptovalute
  • Deposito min: 100 €
Gran numero di valute e criptovalute Prova Gratis 101Investing opinioni

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Miglior Broker Consigliato

Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS