Crisi: Il 2013 è stato un anno nero per le aziende italiane

crisi-il-2013-e-stato-un-anno-nero-per-le-aziende-italiane
Le aziende italiane hanno sofferto significativamente nel 2013. © Shutterstock

Secondo i dati elaborati da Cerved le chiusure azendali sono aumentate lo scorso anno, rispetto al 2012, del 7,3% a oltre 110.000. Nuovo record.

CONDIVIDI

La crisi ha pesato anche nel 2013 fortemente sulle aziende italiane. Secondo i dati elaborati da Cerved le chiusure azendali sono aumentate lo scorso anno, rispetto al 2012, del 7,3% a oltre 110.000. Si tratta di un nuovo numero record.

Cerved indica che nel 2013 i concordati preventivi sono più che raddoppiati (+103% rispetto al 2012). I fallimenti hanno superato quota 14.000, il 12% in più rispetto al precedente massimo, toccato nel 2012.

Lo scorso anno sono state inoltre registrate circa 3.000 procedure concorsuali non fallimentari, il massimo da oltre un decennio e il 53,8% in più rispetto all'anno precedente.

Nel 2013 è stato toccato anche il record negativo delle liquidazioni volontarie: lo scorso anno hanno chiuso l'attività in questo modo 94.000 aziende, il 5,6% in più rispetto al 2012, con un aumento del 7% tra le "vere" società di capitale, cioè quelle che hanno depositato almeno un bilancio valido nel triennio precedente alla liquidazione.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro