Intesa Sanpaolo chiude il 2013 in rosso di 4,55 miliardi

intesa-sanpaolo-chiude-il-2013-in-rosso-di-455-miliardi
Il logo di Intesa Sanpaolo.

A pesare sono stati gli stanziamenti a fronte di rischi su crediti e le svalutazioni su avviamenti. Intesa Sanpaolo ha confermato il dividendo a 0,05 euro.

CONDIVIDI

Intesa Sanpaolo (IT0000072618) ha annunciato oggi di aver chiuso il 2013 in rosso di €4,55 miliardi. A pesare sono stati stanziamenti a fronte di rischi su crediti per €7,13 miliardi e svalutazioni su avviamenti per €5,8 miliardi.

Intesa Sanpaolo indica che grazie alla politica di accantonamenti rigorosa e prudenziale la copertura dei crediti deteriorati a fine 2013 è salita al 46%, quella delle sofferenze al 62,5%.

Il risultato netto consolidato, escludendo le rettifiche di valore dell’avviamento e delle altre attività intangibili, si è  attestato a €1,22 miliardi, rispetto ai €1,61 miliardi del 2012 (-24,1%). I proventi operativi netti sono scesi dell'8,9% a €16,3 miliardi.

A fine 2013 il Common equity Tier 1 calcolato secondo Basilea 3 a regime era al 12,3%. Intesa Sanpaolo ha confermato il suo dividendo a €0,05 per azione.

Intesa Sanpaolo ha presentato oggi anche il suo piano di impresa 2014-2017. L'istituto di credito prevede a fine piano un utile netto pari a €4,5 miliardi, un Rote all'11,8%, un Roe al 10% e circa €10 miliardi di dividendi cash (€1 miliardo per il 2014, €2 miliardi per il 2015, €3 miliardi per il 2016, €4 miliardi per il 2017). Il Common equity ratio è atteso al 12,2% nel 2017.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro