eToro

Istat: Il PIL crescerà nel 2014 dello 0,6%, disoccupazione al 12,7%

istat-il-pil-crescera-nel-2014-dello-06-disoccupazione-al-127
L'Italia dovrebbe registrare quest'anno una moderata crescita. © Shutterstock

Le previsioni dell'Istat sono inferiori a quelle del governo Renzi. Per il 2015 atteso un aumento del PIL dell'1%.

L'Istat si attende per il 2014 una crescita economica dello 0,6% contro il +0,8% previsto dal governo. Lo scorso novembre l’istituto aveva stimato per l’anno in corso un PIL a +0,7%.




✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

Le previsioni per il 2014

Nel report "Le prospettive per l’economia italiana nel 2014-2015" l'Istat spiega che sia la domanda interna al netto delle scorte sia la domanda estera netta dovrebbero registrare variazioni positive nel 2014, pari rispettivamente a 0,4 e 0,2 punti percentuali. Dopo tre anni di riduzione, la spesa delle famiglie è attesa a +0,2%. Gli investimenti dovrebbero inoltre registrare una significativa ripresa (+1,9%).

Le previsioni per il 2015

Peri il 2015 l'Istat prevede un aumento del PIL dell'1%. Anche in questo caso la previsione è inferiore a quella del governo (+1,3%). Alla crescita economica dovrebbe contribuire il prossimo anno in misura rilevante la domanda interna al netto delle scorte (+0,9 punti percentuali) mentre il contributo della domanda estera netta (+0,1 punti percentuali) dovrebbe essere più contenuto che nel recente passato.  Per il 2015 si prevede un ulteriore miglioramento dei consumi delle famiglie (+0,5%) e un'accelerazione della crescita degli investimenti (+3,5%).

Le previsioni per il 2016

Secondo l'Istat il PIL crescerà nel 2016 dell’1,4%, contro l’1,6% stimato dall’esecutivo Renzi. La domanda interna dovrebbe ulteriormente rafforzarsi. La crescita della spesa delle famiglie è prevista raggiungere l'1% nel 2016. La ripresa degli investimenti dovrebbe continuare (+3,8%).

Il tasso di disoccupazione resterà elevato

La situazione sul mercato del lavoro rimarrà difficile. La stima sul tasso di disoccupazione nel 2014 è stata rivista al rialzo, dal 12,4% al 12,7%. Una stabilizzazione dell'indicatore è prevista avviarsi nella seconda metà dell'anno con riflessi sul 2015, anno in cui è attesa una riduzione del tasso al 12,4%. Il tasso di disoccupazione è previsto scendere ulteriormente nel 2016.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Broker Caratteristiche Vantaggi Apri Conto Demo
eToro
  • 100% Azioni - 0 Commissioni
  • Licenza: CySEC - FCA - ASIC
  • Social Trading
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
Capex.com
  • Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
  • Licenza: CySEC
  • Strumenti Intregrati
Broker pluriregolamentato, piattaforme all'avanguardia Prova Gratis Capex.com opinioni
FP Markets
  • 0.0 Spread in pip
  • Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
  • Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Spread più bassi del settore, a partire da soli 0.0 pip Prova Gratis FP Markets opinioni
AvaTRade
  • Servizio clienti Multi-Lingua
  • App Premiata AvaTradeGo
  • Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
Regolamentazione in 7 giurisdizioni e Spread ultra bassi Prova Gratis AvaTRade opinioni

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Miglior Broker Consigliato