etoro

Crisi: Per i consumi nessun segnale di ripartenza

crisi-per-i-consumi-nessun-segnale-di-ripartenza
I consumi in Italia non ripartono. © Shutterstock

L'ICC - l'indicatore elaborato da Confcommercio - è sceso ad aprile, rispetto a marzo, dello 0,3%. Cala la domanda per i servizi.

I consumi hanno registrato in Italia ad aprile un leggero aumento. L'ICC - l'indicatore elaborato da Confcommercio - è salito da anno ad anno dello 0,2%. L'aumento è stato però dovuto al diverso periodo in cui è caduta la Pasqua nel 2013. La Confcommercio sottolinea che il consumo resta debole e ancora non si vedono segnali di svolta.




✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

Ad aprile la domanda relativa ai servizi è salita dello 0,2%, mentre la spesa per i beni è scesa dello 0,1%.

Variazioni positive rispetto allo stesso mese dello scorso anno sono state registrate per la spesa reale in beni e servizi per le comunicazioni (+6,7%), per gli alimentari le bevande ed i tabacchi (+1,7%), per i beni e servizi per ricreativi (+0,7%) e per gli alberghi, pasti e consumazioni fuori casa (+0,6%).

Le riduzioni più forti hanno riguardato l'abbigliamento e le calzature (-2,4%), i beni e servizi per la casa (-1,8%) con un calo significativo della spesa per l'energia elettrica, i beni e servizi per la cura della persona (-1%). In leggero calo anche la spesa per i beni e servizi per la mobilità (-0,4%). Le vendite di auto a privati hanno continuato ad avere un segno negativo.

I dati congiunturali

Su base mensile l'ICC è sceso ad aprile dello 0,3%. La domanda relativa ai servizi è calata dello 0,9%, per quella relativa ai beni non c'è stata alcuna variazione. La Confcommercio indica che il dato destagionalizzato evidenzia che la domanda per consumi stenta ancora a crescere.

L'Ufficio Studi dell'associazione evidenzia comunque che segnali positivi potrebbero esserci nei prossimi mesi se ci saranno effetti positivi sui redditi dalla riduzione del carico fiscale su parte dei contribuenti.

I dati destagionalizzati confermano le difficoltà per alberghi, pasti e consumazioni fuori casa (-1,6%), per i beni e servizi per la mobilità (-0,7%) e per l'abbigliamento e le calzature (-0,3%). In aumento rispetto a marzo sia i beni e servizi ricreativi (+0,5%), sia gli alimentari, bevande e tabacchi (+0,4%), anche se per questi ultimi il dato positivo dipende da un aumento significativo dei tabacchi, mentre la domanda di alimentari e bevande ha evidenziato un ridimensionamento.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Broker Caratteristiche Vantaggi Apri Conto Demo
eToro
  • 100% Azioni - 0 Commissioni
  • Licenza: CySEC - FCA - ASIC
  • Social Trading
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
Capex.com
  • Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
  • Licenza: CySEC
  • Strumenti Intregrati
Broker pluriregolamentato, piattaforme all'avanguardia Prova Gratis Capex.com opinioni
FP Markets
  • 0.0 Spread in pip
  • Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
  • Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Spread più bassi del settore, a partire da soli 0.0 pip Prova Gratis FP Markets opinioni
AvaTRade
  • Servizio clienti Multi-Lingua
  • App Premiata AvaTradeGo
  • Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
Regolamentazione in 7 giurisdizioni e Spread ultra bassi Prova Gratis AvaTRade opinioni

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X