Eni si rafforza in Kazakistan, firmato accordo con KazMunayGas

eni-si-rafforza-in-kazakistan-firmato-accordo-con-kazmunaygas
Il logo del cane a sei zampe.

Eni riceverà il 50% dei diritti di esplorazione e produzione per l'area off-shore di Isatay. Il titolo sale a Piazza Affari.

CONDIVIDI

Eni (IT0003132476) ha annunciato oggi di aver stretto un accordo strategico con KazMunayGas (KZ000A0KEZQ2). La firma è avvenuta alla presenza del Presidente della Repubblica del Kazakistan, Nursultan Nazarbayev, e del Presidente del Consiglio dei ministri italiano, Matteo Renzi.

In base all'accordo, KazMunayGas e Eni avranno ciascuno il 50% dei diritti di esplorazione e produzione per Isatay, un’area di esplorazione off-shore nella zona settentrionale del Mar Caspio. Il cane a sei zampe osserva che si stima che il blocco abbia un notevole potenziale di risorse petrolifere e verrà gestito da una joint operating company.

L'accordo prevede inoltre la costruzione di un cantiere navale a Kuryk, sulla costa del Mar Caspio, nella regione di Mangystau. Il cantiere sarà gestito da una società formata da Eni e KazMunayGas.

Eni indica che l'accordo rafforza ulteriormente la sua presenza Kazakistan, dove è co-operatore del giacimento di Karachaganak e equity partner in varie zone settentrionali del Mar Caspio, tra cui il giacimento giant di Kashagan. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Eni sale al momento a Piazza Affari dell'1,2%. Bene anche il titolo della controllata Saipem (IT0000068525) che guadagna il 2,1%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro