Banche: Prestiti -2,6% a luglio, sofferenze +20,5%

banche-prestiti--26-a-luglio-sofferenze-205
Le banche italiane restano restie a concedere prestiti. © Shutterstock

I prestiti alle famiglie sono scesi dello 0,8% e quelli alle società non finanziarie del 3,9%. I depositi sono cresciuti del 2,9%.

CONDIVIDI

I prestiti al settore privato sono calati a luglio in Italia del 2,6% (-2,4% a giugno). Lo ha comunicato oggi la Banca d'Italia.

I prestiti alle famiglie sono scesi dello 0,8% sui dodici mesi (-0,8% anche nel mese precedente), quelli alle società non finanziarie sono diminuiti del 3,9% (-3,1% a giugno).

I tassi d'interesse sui finanziamenti erogati alle famiglie per l'acquisto di abitazioni sono stati stati pari al 3,49% (3,55% nel mese precedente).
I tassi sui nuovi prestiti alle società non finanziarie di importo fino a 1 milione di euro si sono attestati, come a giugno, al 3,96%; i tassi sui nuovi prestiti di importo superiore a tale soglia sono aumentati al 2,47%, dal 2,44% a giugno.

I depositi del settore privato sono cresciuti del 2,9% (+2,4% a giugno).

La raccolta obbligazionaria è scesa del 13,4% (-12,1% nel mese precedente). Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Per quanto riguarda le sofferenze delle banche il tasso di crescita sui dodici mesi è risultato pari al 20,5% (20,8% a giugno).

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro