Italia: L'OCSE vede nero, recessione anche nel 2014

italia-locse-vede-nero-recessione-anche-nel-2014
L'Italia sprofonda nel baratro della recessione. © iStockPhoto

L'OCSE prevede ora per quest'anno un calo del PIL italiano dello 0,4%. Nel 2015 solo una lieve ripresa.

CONDIVIDI

L'OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) vede nero per l'Italia. L'organizzazione con sede a Parigi prevede che il nostro Paese resterà quest'anno in recessione. Nel 2015 l'economia italiana dovrebbe inoltre registrare solo una lieve ripresa.

Nel suo Interim Economic Assessment, il rapporto intermedio divulgato oggi, l'OCSE ha tagliato le sue previsioni sul PIL dell'Italia per il 2014 da +0,5% a -0,4% e per il 2015 da +1,1% a +0,1%.

Per l'OCSE l'Italia sarà l'unica grande economia europea in recessione nel 2014. Le previsioni per l'intera zona euro sono state tagliate per quest'anno a +0,8% (da +1,2%) e per il prossimo a +1,1% (da +1,7%). L'OCSE è quindi più pessimista della BCE che si attende per il 2014 una crescita dello 0,9% e per il 2015 dell'1,6%. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Anche Standard & Poor's è scettica sulle prospettive dell'Italia. Secondo l'agenzia di rating i ritardi nelle riforme strutturali starebbero bloccando gli investimenti e frenando la ripresa. Gli esperti sono diventati inoltre più prudenti sull'impatto delle misure di stimolo annunciate a marzo dal premier Matteo Renzi. S&P ha tagliato di conseguenza le sue previsioni sul PIL dell'Italia nel 2014 a zero dal precedente +0,5% previsto lo scorso giugno. Per il 2015 l’agenzia prevede una crescita dell'economia italiana dello 0,7%.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro