Confindustria: Il Quantitative Easing aiuterà la ripresa

Il programma di allentamento quantitativo (Quantitative Easing) annunciato la scorsa settimana dalla BCE aiuterà la ripresa. Lo afferma Confindustria.

Il CsC, il centro studi dell’associazione degli industriali, stima che dal Quantitative Easing arriverà una spinta complessiva alla crescita dell’1,8% in due anni. Gli acquisti di asset faranno infatti scendere i tassi reali di lungo termine e il tasso di cambio dell’euro.

Nel dettaglio il CsC prevede che i minori tassi alzeranno il il PIL italiano dello 0,2% nel 2015 e di un ulteriore 0,4% nel 2016, mentre il cambio più debole avrà un effetto positivo dello 0,6% in ciascun anno. Il Quantitative Easing spingerà quindi l’economia dello 0,8% nel 2015 e dell’1% nel 2016.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Borsa Italiana

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.