Confindustria: Il Quantitative Easing aiuterà la ripresa

Confindustria: Il Quantitative Easing aiuterà la ripresa
Il Quantitative Easing spingerà la crescita dell'Italia. © Shutterstock

Confindustria si attende dal Quantitative Easing una spinta complessiva alla crescita dell'1,8% in due anni.

CONDIVIDI

Il programma di allentamento quantitativo (Quantitative Easing) annunciato la scorsa settimana dalla BCE aiuterà la ripresa. Lo afferma Confindustria.

Il CsC, il centro studi dell'associazione degli industriali, stima che dal Quantitative Easing arriverà una spinta complessiva alla crescita dell'1,8% in due anni. Gli acquisti di asset faranno infatti scendere i tassi reali di lungo termine e il tasso di cambio dell'euro.

Nel dettaglio il CsC prevede che i minori tassi alzeranno il il PIL italiano dello 0,2% nel 2015 e di un ulteriore 0,4% nel 2016, mentre il cambio più debole avrà un effetto positivo dello 0,6% in ciascun anno. Il Quantitative Easing spingerà quindi l'economia dello 0,8% nel 2015 e dell'1% nel 2016.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro