Confcommercio: Per i consumi è ancora stagnazione

Confcommercio: Per i consumi è ancora stagnazione
I consumi restano deboli. © Shutterstock

L'ICC è calato a dicembre dello 0,1% rispetto al mese precedente. Durnate l'intero 2014 l'indicatore è sceso dello 0,7%.

CONDIVIDI

I consumi da parte degli italiani restano deboli anche se c'è qualche segno di miglioramento. L'ICC - l'indicatore elaborato da Confcommercio - ha registrato a dicembre un calo dello 0,1% rispetto a novembre e dello 0,8% tendenziale.

Durante l'intero 2014 l'ICC ha mostrato un calo dei volumi dei beni e servizi acquistati dalle famiglie dello 0,7%, in netta attenuazione rispetto al crollo del biennio precedente (-6,7% cumulato).

L'associazione dei commercianti osserva che il dato dell'ultimo mese  è il risultato di un aumento dello 0,1% della domanda di servizi e di un calo dello 0,2% di quella relativa ai beni. Rispetto a novembre c'è stato un lieve aumento per i beni e ai servizi per la mobilità (+0,5%), grazie ad un incremento della vendita di motocicli, per gli alberghi, pasti e consumazioni fuori casa (+0,2%) e per i beni e servizi ricreativi (+0,1%). Poco rilevante l'aumento per abbigliamento e calzature (+0,1%) nonostante il periodo delle feste natalizie e di fine anno. In leggero calo la spesa per i beni e servizi per le comunicazioni (-0,5%), per gli alimentari e tabacchi (-0,5%), per i consumi relativi ai beni e servizi per la casa (-0,3%) e quella per i beni e servizi per la cura della persona (-0,3%). Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

La diminuzione tendenziale dell'ICC di dicembre, più forte rispetto a quella del mese precedente, riflette un calo significativo (-1,3%) della domanda relativa ai servizi e un ridimensionamento della spesa per i beni (-0,6%). Variazioni positive sono state registrate solo per i beni e servizi per le comunicazioni (+1,9%) e per i beni ed i servizi per la mobilità (+1,4%) sui quali ha inciso l'incremento delle vendite di auto ai privati. La spesa si è ridotta in maniera significativa nel segmento dei beni e servizi per la casa (-1,7%), negli alimentari, bevande e tabacchi (-1,4%) e negli alberghi, pasti e consumi fuori casa (-1,3%). In calo risultano anche i beni e i servizi per la cura della persona (-1,2%) e, con una flessione inferiore all'1%, l'abbigliamento e le calzature.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro