Crisi, 2014 annus horribilis per le aziende, oltre 15 mila fallimenti

Crisi, 2014 annus horribilis per le aziende, oltre 15 mila fallimenti
I fallimenti aziendali hanno raggiunto un livello record. © Shutterstock

Nel solo quarto trimestre sono fallite 4.479 aziende. Persi 175 mila posti di lavoro.

CONDIVIDI

La crisi ha pesato fortemente sulle aziende italiane nel 2014. Secondo i dati elaborati da Cerved i fallimenti aziendali hanno toccato lo scorso anno un nuovo record negativo, avendo impatti occupazionali rilevanti.

Nel quarto trimestre del 2014 sono state dichiarate fallite 4.479 aziende. Cerved osserva che si tratta di un massimo assoluto per un singolo trimestre dall’inizio della serie storica nel 2001. Il dato ha portato il totale dei fallimenti del 2014 ben oltre quota 15 mila, cui corrisponde un incremento del 10,7% rispetto al record negativo toccato nel 2013.

L’aumento su base annua dei fallimenti ha riguardato tutte le aree della Penisola, con undici regioni su venti che hanno fatto registrare un record storico negativo dal 2001. Dal punto di vista settoriale, le procedure hanno continuato ad aumentare nel terziario e nelle costruzioni, mentre nell’industria i fallimenti si sono attestati sui livelli dello scorso anno, grazie alla dinamica positiva osservata negli ultimi tre mesi dell’anno. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

I  posti di lavoro persi nelle oltre 15 mila aziende fallite nel 2014 si è attestato a 175 mila, in leggero calo rispetto all’anno precedente (176 mila). Cerved indica che dall'inizio della crisi, nel 2008, nelle 83 mila aziende che hanno aperto una procedura tra il 2008 e il 2014 erano impiegati quasi un milione di addetti.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro