Saipem conferma la guidance, aumento di capitale da 3,5 miliardi

Saipem conferma la guidance, aumento di capitale da 3,5 miliardi
Il lodo di Saipem.

Eni cederà il 12,5% del gruppo al Fondo Strategico Italiano (FSI).

CONDIVIDI

Saipem (IT0000068525) ha annunciato oggi che nel terzo trimestre il suo utile netto è calato del 29% a €54 milioni. L'Ebit è rimasto nel periodo invariato a €150 milioni. Saipem osserva che il miglioramento della profittabilità riconducibile al business Engineering & Construction Onshore ha largamente compensato la diminuzione nei risultati del business Engineering & Construction Offshore. Il gruppo di ingegneristica petrolifera ha beneficiato inoltre del contributo del Drilling.

I ricavi sono calati del 12,5% a circa €3,1 miliardi. I nuovi ordini sono rimasti sostanzialmente stabili a €1.857 milioni. Il portafoglio ordini di Saipem al 30 settembre 2015 ammontava a €17.750 milioni. L’indebitamento finanziario netto al 30 settembre 2015 ammontava a €5.736 milioni, con un incremento di €1.312 milioni rispetto al 31 dicembre 2014.

Saipem ha confermato di attendersi per quest'anno ricavi intorno ai €12 miliardi, un Ebit in rosso per €450 milioni circa, una perdita netta di €800 milioni e un debito netto inferiore a €5 miliardi.

Il nuovo piano strategico

Saipem ha parallelamente annunciato il suo piano strategico 2016-2019 che prevede un aumento di capitale da €3,5 miliardi. Prima dell'operazione Eni (IT0003132476) cederà il 12,5% del gruppo al Fondo Strategico Italiano (FSI). Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Saipem ha incrementato l'obiettivo di riduzione dei costi cumulati per il periodo 2015-17 da €1.300 milioni a €1.500 milioni. Il margine operativo (Ebit) dovrebbe attestarsi da circa 5,5% nel 2016 a un oltre 7,5% nel periodo di piano. Saipem punta infine a ridurre l'indebitamento netto a meno di €1.500 milioni entro il 2016 e a meno di €1.000 milioni entro il 2017.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro