Piazza Affari chiude piatta, sale ancora Telecom

Piazza Affari chiude piatta, sale ancora Telecom
Piazza Affari ha chiuso piatta. © Shutterstock

Il FTSE MIB è rimasto invariato a 22.442,51 punti. Lo spread tra il BTP e il Bund è salito a 105 punti base.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano ha chiuso oggi piatta. Il FTSE MIB è rimasto invariato a 22.442,51 punti. Lo spread tra il BTP e il Bund è salito a 105 punti base.

Piazza Affari non ha potuto trovare una chiara direzione. A frenare gli acquisti è stata l’incertezza relativa alla politica monetaria della Fed. L’attenzione degli investitori è già tutta rivolta alla prossima settimana quando sarà pubblicato il rapporto sull’occupazione negli USA.

Telecom Italia (IT0003497168) ha guadagnato un ulteriore 0,6%. Il miliardario francese Xavier Neil, fondatore del gruppo telefonico Iliad (FR0004035913), ha incrementato la sua partecipazione potenziale nella compagnia italiana al 15,14%.

Finmeccanica (IT0003856405) ha perso il 2,4%. Un prototipo AW609 della controllata AgustaWestland è caduto causando la morte dei due piloti che erano a bordo. In precedenza il gruppo industriale aveva annunciato di aver positivamente concluso con Hitachi (JP3788600009) le verifiche e le intese per la cessione di Ansaldo STS (IT0003977540) e AnsaldoBreda e di poter pertanto procedere anche al closing dell'operazione di cessione della propria partecipazione del 40% in Ansaldo STS.

UniCredit (IT0000064854) ha perso lo 0,3%. Secondo delle indiscrezioni raccolte da “Bloomberg” la banca potrebbe tagliare fino a 12.000 posti di lavoro, ovvero il 9,4% del suo organico.

La debolezza del prezzo del petrolio ha penalizzato i petroliferi. Tenaris (LU0156801721) ha perso l’1% e Eni (IT0003132476) l’1,1%. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Enel Green Power (IT0004618465) e Enel (IT0003128367) hanno guadagnato rispettivamente lo 0,8% e l’1,3%. Francesco Starace, l’amministratore delegato del colosso elettrico, ha dichiarato che affermato che la sussidiaria delle energie rinnovabili potrebbe venir incorporata già a metà novembre.

Migliori Peggiori
UnipolSai +2,5 % Finmeccanica -2,4 %
Ferragamo +1,9 % Intesa Sanpaolo -1,6 %
Exor +1,9 % Eni -1,1 %
Banco Popolare +1,5 % Tenaris -1,0 %
Enel +1,3 % Banca Pop Em Rom -0,9 %
Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption