Enel, risultati in calo nel 2015, ma meno delle attese

Enel, risultati in calo nel 2015, ma meno delle attese
Il logo di Enel.

L'Ebitda di Enel è calato nel 2015 del 3,2%. Ricavi sostanzialmente stabili.

CONDIVIDI

Enel (IT0003128367) ha annunciato oggi che nel 2015 il suo Ebitda è calato del 3,2% a €15,3 miliardi. Gli analisti avevano previsto €15,1 miliardi. Il colosso elettrico spiega in una nota che il calo dell'Ebitda è "sostanzialmente riconducibile all'andamento negativo dei tassi di cambio, alla formalizzazione di alcuni accordi nel quarto trimestre del 2015 per l'uscita anticipata di personale in Italia e Spagna, nonché al minor margine da generazione di energia elettrica da fonti convenzionali".

I ricavi sono scesi dello 0,1% a €75,7 miliardi. Gli esperti avevano previsto €73,5 miliardi. La lieve flessione dei ricavi si deve alle minori vendite di energia elettrica, parzialmente compensate da maggiori ricavi per vendite di combustibili e gas. Enel aggiunge che maggiori ricavi in Italia e in America Latina hanno in parte compensato l'impatto negativo relativo alla variazione dei tassi di cambio delle altre valute rispetto all'euro (pari a circa €0,9 miliardi).

Nel corso del 2014, Enel ha prodotto complessivamente 284,0 TWh di elettricità (283,1 TWh nel 2014), ha distribuito sulle proprie reti 417,4 TWh (411,1 TWh nel 2014) e ha venduto 260,1 TWh (261,0 TWh nel 2014).

L'indebitamento finanziario netto a fine 2015 è pari a €37,5 miliardi, inferiore rispetto ai €38,0 miliardi fissati quali target nel piano strategico presentato lo scorso novembre, e sostanzialmente in linea rispetto ai €37,4 miliardi registrati al 31 dicembre 2014.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro